Tennis Club Scauri Alpha

...il tuo circolo di tennis a Scauri

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Benvenuti al Tennis Club Scauri Alpha

Le mie dieci regole di maestro

E-mail Stampa PDF

 

 

Le mie dieci regole di maestro:


1 Viene sempre prima la persona e poi il giocatore, mai il contrario.

2  Ricordati  che ogni persona è diversa. Sii diverso con tutti.

3. Impara ad aspettare il momento giusto per parlare. Non provare mai ad insegnare  a chi non vuole veramente

imparare, perderesti il tuo tempo.

4- Non insegnare a vincere a chi non impara prima a perdere.

5- Impara sempre qualcosa da tutti i tuoi colleghi, di qualsiasi età, sesso e livello. Anche quelli che reputi meno

bravi e simpatici hanno sempre qualcosa da poterti insegnare.

6- Chiedi sempre scusa ai tuoi allievi quando sbagli, tanto di errori ne farai sempre tanti, lo apprezzeranno

comunque.

7- Non sentirti mai arrivato . Così ogni giorno ti sveglierai col sorriso, con la gioia e lo stupore di aver una nuova

possibilità per poter  imparare ancora qualcosa di nuovo.

8-  Insegna le azioni di gioco corrette e lascia ai tuoi allievi la gioia di sentire il proprio corpo in movimento. Lascia

che trovino  le posizioni più naturali delle mani sul loro attrezzo di gioco per far scorrere al meglio la palla su tutti i

colpi.

9- Quando il tuo allievo perde, tu hai perso con lui, aiutalo a superare la tristezza ed imparare la lezione.

10- Quando il tuo allievo vince, ha vinto lui. Sii felice per lui e, in disparte, condividine la gioia.


Andrea Guarracino Tecnico Nazionale F.I.T.

Ultimo aggiornamento Lunedì 13 Marzo 2017 08:59
 

Quello che sono

E-mail Stampa PDF

 

Quello che sono


Sono la passione, quando ti diverti soltanto.

Sono  la gioia, quando  sei triste e spento.

Sono la voglia, quando non ne hai.

Sono la forza, quando ti senti debole.

Sono la pazienza, quando non riesci ad averne.

Sono la decisione, quando sei insicuro.

Sono il coraggio, quando hai paura.

Sono il dubbio, quando pensi di essere certo.

Sono la partenza, quando credi di essere arrivato.

Sono il vuoto, quando sei pieno di te.

Sono l’amarezza , quando sei triste e sconfitto.

Sono la felicità discreta, quando vinci.

Sono l’osservazione, quando non riesci a vedere.

Sono il pensiero, quando sei confuso.

Sono la conoscenza, quando ti senti ignorante.

Sono lo sbaglio, che ti sa chiedere scusa.

Sono l’elogio, quando perdi fiducia.

Sono il rimprovero, quando ne hai troppa.

Sono il tuo primo tifoso, quando pensi di non averne.

Sono tuo padre sportivo, anche se sei orfano.

Sono il porto in cui rifugiarti, quando il mare è in tempesta.

Sono la roccia su cui costruire la tua casa.

Sono l’amore per la vita e lo sport.

Sono il tuo maestro.


Andrea Guarracino Tecnico Nazionale F.I.T.

Ultimo aggiornamento Venerdì 06 Gennaio 2017 08:56
 

Sondaggi

Chi è online

 2 visitatori online